5 idee per realizzare il tuo bagno

“Che si tratti di una casa nuova o di una ristrutturazione, per la progettazione del bagno sono 5 i criteri che si dovrebbero seguire per un ottenere un ottimo risultato. Ovviamente è necessario affidarsi a professionisti competenti, per evitare brutte sorprese, oppure a rivolgersi a siti specializzati come www.edilcasamarigliano.it . Questa breve guida è utile per chi ha deciso di realizzare il progetto del bagno in modo autonomo ma anche per fare le giuste richieste a chi lo realizzerà per te.

5 idee bagno

  1. Considera le tue esigenze e quelle della tua famiglia. Questo rappresenta il primo step. Prima di pensare a che aspetto dare al bagno devi ragionare su quali esigenze dovrà soddisfare. Un bagno per un/una single o una giovane coppia è diverso da quello ideato per una famiglia. E ancora: il bagno verrà utilizzato anche da bimbi? Stilare la lista dei diversi bisogni da soddisfare è fondamentale per realizzare un bagno che non sia soltanto bello ma che sia soprattutto pratico e funzionale. Saranno proprio le esigenze a dettare la scelta dei sanitari e dei materiali utilizzati. Il risultato finale dipenderà molto anche dal tuo budget: si va da bagni super lussuosi, veri e propri gioiellini di design e tecnologia, a soluzioni low cost che consentono comunque un buon risultato estetico. Infine ricorda di considerare lo spazio necessario da destinare agli oggetti personali e agli accessori. Che sia condiviso o personale, l’ordine in bagno è fondamentale. Permette a tutti di avere il massimo comfort e riduce i tempi di pulizia.
  2. Spazio disponibile e realizzazione del progetto. Dopo aver stilato le esigenze ed i bisogni che il bagno dovrà soddisfare è tempo di passare alla valutazione dello spazio disponibile per realizzare il progetto. Se si tratta di un bagno da realizzare ex-novo non ci sono grossi limitazioni. Nel caso di una ristrutturazione si dovrà tener conto della posizione dei vari allacciamenti (idraulici ed elettrici). La regola da seguire in questo caso è quella di sfruttare al massimo lo spazio disponibile: sanitari, mobili, complementi d’arredo vanno scelti e disposti seguendo la logica dell’ottimizzazione dello spazio.
  3. La scelta dello stile: il colore ed il materiale delle piastrelle e del pavimento Questo è il momento in cui puoi dar sfogo alla tua creatività nella scelta dei colori e dei materiali da utilizzare per gli elementi che caratterizzano il look del tuo bagno: pareti, piastrelle e pavimenti. Per le pareti puoi scegliere la pittura murale o la carta da parati, che negli ultimi tempi ha avuto nuove metodologie di realizzazione e di applicazione tali da renderli utilizzabili anche in luoghi umidi. Quest’ultima è una soluzione sicuramente più veloce e che permette di creare ambienti molto originali, grazie alla varietà di motivi e di texture disponibili in commercio.
  4. Sanitari e mobili: design e funzionalità. La scelta di questi due elementi anche in questo caso deve far sì che il risultato finale sia bello da vedere, che renda il bagno un luogo piacevole nel quale rigenerarsi e rilassarsi, e che sia al contempo funzionale. Tutto dipende dallo spazio a disposizione. Per bagni di piccole dimensioni ad esempio è meglio scegliere sanitari e mobili salvaspazio e prediligere la doccia alla vasca. Quando invece lo spazio non manca è possibile includere i comodi doppi lavandini, vasche spaziose e ampi box doccia. Il tuo budget farà la differenza non soltanto per i materiali dei sanitari e dei mobili ma anche per il livello tecnologico del tuo bagno: vasche con sistemi di idromassaggio, box doccia che fungono anche da bagno turco o sauna, impianti audio e video che permettono di ascoltare musica o guardare film o serie tv mentre si è in doccia o ci si concede un bagno rilassante.
  5. Come creare un giusto sistema di illuminazione. Concludiamo con la regina dell’atmosfera: la luce. Nel progetto del bagno sono 3 le tipologie di illuminazione che non dovrebbero mai mancare: l’illuminazione generale; l’illuminazione complementare come lampade da parete o luci a sospensione che riscaldano l’ambiente e che possono essere accese singolarmente; l’illuminazione dello specchio. Calibra la luce in base ai colori che hai scelto per il tuo bagno, un’illuminazione non adatta cambia drasticamente il risultato finale. La luce infatti viene assorbita dalle tonalità scure, è intensificata da quelle chiare e riflessa dai colori vivaci.