Il mestiere dell’idraulico: competenze e professionalità

In cosa consiste il lavoro dell’idraulico

È risaputo che il mestiere dell’idraulico è probabilmente uno tra i più richiesti ai giorni d’oggi. L’idraulico è quella figura professionale che svolge diverse mansioni nell’ambito della termoidraulica, ossia:

  • impianti idraulici
  • impianti di riscaldamento
  • impianti di condizionamento e gas
  • installazione di impianti industriali e civili
  • riqualificazione energetica degli edifici
  • caldaie
  • pompe di calore
  • impianti di ricambio aria

La suddetta lista è solo parziale, quindi non pienamente esaustiva, ma si può ben intendere come tale mestiere abbia una portata notevole e, al contrario di quanto si possa pensare, non si limita esclusivamente a riparare le perdite di acqua negli appartamenti.

Spesso, molte persone tendono ad associare la figura dell’idraulico con i piccoli incidenti che avvengono nella realtà quotidiana, come ad esempio la fuoriuscita d’acqua da un tubo. In questa sede è stato dimostrato invece come la sua competenza abbia un raggio molto più ampio.

Detto ciò, è doveroso sottolineare altresì la differenza che c’è tra idraulico civile e quello industriale. Si tratta di due figure che operano in ambiti diversi: con il primo termine si fa riferimento a quella figura professionale che si occupa delle linee idriche, del montaggio di sanitari, montaggio dei termosifoni o della caldaia e molto altro ancora.

L’idraulico industriale invece opera nei cantieri, quindi in ambienti molto più grandi, come ad esempio nei centri commerciali, nelle ditte e nei capannoni. È chiaro che la portata del lavoro è nettamente differente nei due casi e si potrebbe tranquillamente affermare che il lavoro dell’idraulico industriale sia più pesante e complicato, in quanto si ha a che fare con grandi tubazioni, aventi anche una certa pesantezza.

Quali caratteristiche deve avere un idraulico professionale

Dopo aver esplicato in cosa consiste il lavoro dell’idraulico, risulta doveroso prendere in considerazione le caratteristiche che deve avere un idraulico professionale.

Innanzitutto, per poter diventare idraulici, è consigliabile conseguire un diploma di scuola superiore presso un Istituto Professionale con indirizzo di Manutenzione ed Assistenza Tecnica.

La sua formazione può svolgersi anche tramite apprendistato, l’importante è che il soggetto in questione conosca perfettamente i principi dell’idraulica e di trasmissione del calore, nonché la varie norme sugli impianti di acqua, gas ed aria ed infine saper leggere o interpretare correttamente i disegni inerenti alle costruzioni edili.

Generalmente l’idraulico è un lavoratore autonomo, che deve avere una certa flessibilità in termini di orari da lavoro, in quanto può accadere di dover intervenire anche durante i weekend.

Se invece tale figura professionale opera all’interno di un’impresa edile o di una ditta specializzata, dovrà seguire i turni di lavoro prestabiliti. È chiaro che tale mestiere includa anche una serie di competenze e qualifiche extra rispetto a quelle fin’ora citate, come ad esempio:

  • abilità inerenti al servizio del cliente
  • abilità organizzative
  • abilità gestionali
  • capacità di analisi
  • capacità di risoluzione del problema
  • alti livelli di iniziativa
  • indossare i dispositivi di protezione richiesti
  • manualità e coordinazione motoria
  • forza fisica
  • alto livello di concentrazione

Oltre alle numerose abilità appena elencate, il professionista deve avere anche un’attrezzatura adeguata per poter svolgere il proprio lavoro in modo soddisfacente. A tal proposito, è bene citare alcuni attrezzi ritenuti indispensabili, come ad esempio:

  • il classico sturalavandini a ventosa
  • i cacciaviti
  • l’alesatore
  • il carrello a gas con la bombola, utilizzato per tutte le operazioni di saldatore o quando si necessita di scaldare le superifici da lavorare
  • il cavalletto con morsa per tagliare i tubi
  • la chiave serratubi, che permette di serrare con forza i tubi da far ruotare o i giunti che devono essere montati o smontati
  • le forbici
  • le chiavi fisse che vanno da 5 a 28 mm
  • la filiera
  • la fresa per rubinetti, che permette di spianare la sede della guarnizione
  • le lime, di varie misure, per levigare e pulire le superfici metalliche dopo il taglio
  • giratubi svedese
  • molla per piegatubi
  • molla sturalavandini
  • punzone in acciaio
  • saldatrice elettrica
  • seghetto per metalli
  • stuoia d’amianto
  • tagliatubi
  • spazzola metallica e lana di ferro

Si potrebbe continuare ancora per molto, in quanto la lista delle attrezzature è veramente vasta e risulta praticamente impossibile trattare la tematica in modo soddisfacente.

I vantaggi del web nella ricerca di un idraulico

Se si manifesta un problema che potrebbe essere risolto dall’idraulico, è consigliabile chiamarlo il prima possibile, al fine di evitare ulteriori spiacevoli inconvenienti. A tal proposito è sempre preferibile avere un recapito telefonico nella propria rubrica, in modo da effettuare la chiamata in modo tempestivo.

Nel caso in cui non si ha idea di chi chiamare, indipendentemente dalla zona d’Italia, risulta molto utile effettuare una ricerca direttamente su Internet, inserendo la propria città. Su Roma ad esempio il portale Idraulico Roma rappresenta un ottimo punto di partenza.

I vantaggi del web nella ricerca di un idraulico sono grandiosi, in quanto è possibile conoscere, in pochi secondi, vari nominativi di ditte specializzate o lavoratori autonomi che si occupano di tale settore. La scelta è puramente personale e dipende, senza alcun dubbio, dalla località di riferimento.

In ogni caso, chiunque ha la possibilità di chiamare direttamente al numero indicato riferito al nominativo prescelto e di poter risolvere la problematica nel più breve tempo possibile.

idraulico